Home / Blog / Arte e valore: Banksy distrugge e l’arte arricchisce

Arte e valore: Banksy distrugge e l’arte arricchisce

Banksy

Il 5 ottobre 2018 alla Sotheby’s di Londra viene battuto il nuovo record d’asta per Banksy con l’opera Girl with balloon (2006). In questi stessi giorni Londra ospita una delle più importanti fiere d’arte contemporanea e moderna al mondo: Frieze e Frieze Masters, che offre alla Sotheby’s l’occasione perfetta per organizzare un’asta di Arte Contemporanea. Un’asta come tante altre se non fosse per l’ultimo tocco di scena che ha regalato alla nota casa d’asta l’evento che ha scatenato il web.

Girl with balloon (2006), iconica opera dell’anonimo artista Banksy, è l’ultima opera a dover essere battuta. Stimata tra i 200.000 e le 300.000 sterline, viene battuta per 1.042.000 sterline (circa 1.181.000 euro) segnando così un nuovo record d’asta per l’artista, superando quello del 2008. Pochi istanti dopo, simultaneamente al suono di una sirena, la tela sembra venir giù dalla cornice…tagliuzzata. Nella descrizione dell’opera, fornita dal sito dell’asta, si legge che la cornice incriminata è stata voluta dall’artista stesso che l’ha venduta all’attuale (ormai vecchio) proprietario nel 2006.

L’azione autodistruttiva è stata da subito rivendicata da Banksy tramite il suo profilo Instagram, prima con un semplice post, poi attraverso un video, in cui spiega la messa in atto del suo piano. Infatti, il marchingegno che ha distrutto l’opera è stato montato all’interno della cornice alcuni anni prima, proprio nel caso in cui l’opera fosse finita in asta. Quel giorno è arrivato e Banksy avrà sicuramente goduto del momento tanto atteso. La didascalia che segue il video caricato dall’artista recita “The urge to destry is also a creative urge” di Picasso (La voglia di distruggere è anche un impulso creativo).

In rete non mancano certo le parodie dell’evento, Lercio scrive “Paga in contanti ma i soldi si autodistruggono: linciato Banksy”, la pagina Lino Banksy non perde tempo a caricare una foto in cui l’opera distrutta è invece un ritratto di Lino Banfi, e ancora tanti altri che utilizzano magistralmente l’evento a proprio favore (come ad esempio nei social della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo).

Banksy

Branca Illustration

Tuttavia, se l’intento dell’artista, che come ormai ben si sa è sempre stato contrario alla commercializzazione della sua arte, era quello di liberare l’arte dal giogo del sistema è sicuramente fallito. L’opera, non andando completamente distrutta, si è arricchita di quella caratteristica che la rende unica e ancor più preziosa: il gesto di autodistruzione dell’artista stesso. Infatti, secondo gli esperti questo potrebbe portare (sicuramente) ad un incremento del suo valore attuale.

Non è mai successo che un’opera d’arte si autodistruggesse subito dopo essere stata battuta all’asta, per questo ci sono ancora molte incognite: la vendita dell’opera sarà annullata? L’acquirente avrà impulsivamente ritirato la sua sua offerta per l’opera stracciata? (che invece gli regalerà molto più della sua spesa) Ma non sono le uniche domande che in queste ore invadono il web. Subito dopo il grande evento un uomo è stato visto allontanarsi in fretta, per questo molti sostengono che l’artista fosse presente all’asta, così da aver azionato lui stesso il congegno, altri sospetti, invece, ricadono sull’acquirente telefonico anonimo che si è aggiudicato l’opera, che sia Banksy??
Un’ultima ipotesi vede protagonista la nota casa d’asta, che si è detta all’oscuro di tutto. La reazione del battitore è stata definita poco drammatica, così come l’idea di tenere proprio l’opera di Banksy come ultima opera dell’asta viene ritenuta strana. Inoltre, in molti si interrogano sul dispositivo presente all’interno della cornice e sul suo funzionamento, chiedendosi se invece la Sotheby’s non fosse già a conoscenza del fatto e abbia deciso di cavalcare l’onda.

Qualunque sia la risposta a tutto «Sembra che siamo appena stati “banksyzzati”» (sono le parole pronunciate da Alex Branczik, Senior Director e Head of Contemporary Art di Londra)